Caricamento in corso...
 
 
Versione ePub Versione PDF (1124 KB)

Versione HTML base



Legislatura 17¬ - Aula - Resoconto stenografico della seduta n. 746 del 24/01/2017


CANDIANI (LN-Aut). Domando di parlare per dichiarazione di voto.

PRESIDENTE. Ne ha facoltà.

CANDIANI (LN-Aut). Signor Presidente, prima di iniziare la dichiarazione di voto, vorrei sapere se il Ministro degli esteri se n'è andato o se si è semplicemente provvisoriamente allontanato. Vedo il Sottosegretario che fa cenno che se n'è andato.

PRESIDENTE. Ma il Governo è rappresentato.

CANDIANI (LN-Aut). Non c'è dubbio. Stigmatizzo, tuttavia, il comportamento e l'atteggiamento. Se abbiamo detto che questa è una discussione importante, cui teniamo in maniera particolare, la presenza per leggere un foglio dattiloscritto - in maniera, peraltro, abbastanza pallida e scialba - per poi andarsene onestamente non è un bell'esordio del Ministro degli affari esteri in questo Senato. Ne prendiamo atto. (Applausi dai Gruppi LN-Aut e M5S e dei senatori Alicata e Mussini).

PRESIDENTE. L'onorevole Giro è comunque Vice Ministro per gli affari esteri.

CANDIANI (LN-Aut). Sicuramente il Ministero è meglio rappresentato dal Sottosegretario o dal Vice Ministro che non da parte del Ministro.

Noi voteremo a favore del provvedimento in esame, ma francamente, signor Presidente, questa è una brutta figura: è l'esordio del Ministro degli affari esteri in Senato. Poteva tranquillamente lasciare che il Sottosegretario o il Vice Ministro facessero la dichiarazione.

Detto ciò, andiamo oltre. Noi voteremo a favore delle due mozioni e dell'ordine del giorno, avendo ben presente l'importanza del tema trattato e soprattutto gli interessi in gioco. E non si tratta solamente di interessi economici, ma anche delle persone fisiche. In quel Paese purtroppo c'è una situazione di degrado tale per cui anche la sicurezza e l'incolumità dei nostri concittadini, al pari di quella dei cittadini stessi del Venezuela, risultano messe a rischio.

Riteniamo che l'intervento sia forse anche tardivo, ma c'è e lo sosterremo, perché non può che essere così. Auspichiamo che il Governo ponga particolare attenzione all'ordine del giorno presentato dal senatore Sangalli, che prevede anche un importante indennizzo e ristoro per le attività e gli interessi dei nostri cittadini nel Paese di cui stiamo trattando, ovvero il Venezuela.

Una risoluzione, un ordine del giorno o una mozione hanno un valore relativo se poi non trovano reale attuazione. Vedremo quale sarà la capacità del nostro Ministero degli affari esteri - parlo dell'istituzione e non della persona fisica - di dare continuità e attuazione al provvedimento che oggi approveremo. Naturalmente ci aspettiamo che il percorso non sia solo formale. Sarebbe veramente deludente se le mozioni presentate la settimana scorsa e qualche ora fa - peraltro, dopo che la settimana scorsa avevamo rinviato a oggi, con l'obiettivo di vederle riunite in un unico provvedimento - fossero state spinte solo dal desiderio di dire che abbiamo provato a intervenire, ma non abbiamo creduto di spingere sufficientemente nella direzione della soluzione dei problemi di cui trattasi.

Pertanto, dichiaro il voto favorevole del Gruppo Lega Nord. (Applausi dal Gruppo LN-Aut).