Caricamento in corso...
 
 
Versione ePub Versione PDF (1124 KB)

Versione HTML base



Legislatura 17¬ - Aula - Resoconto stenografico della seduta n. 746 del 24/01/2017


BISINELLA, BELLOT, MUNERATO, CAMPANELLA, CONTE, DE PETRIS, FASIOLO, FUCKSIA, MASTRANGELI, Mario MAURO, PANIZZA, Maurizio ROMANI, VACCIANO, ZIZZA - Al Presidente del Consiglio dei ministri e al Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali - Premesso che:

la recente ondata di maltempo ha ulteriormente danneggiato le moltissime aziende agricole e zootecniche delle zone colpite dagli eventi sismici del 2016 e degli ultimi mesi;

allevamenti e stalle versano in condizioni gravissime, con l'impossibilità per molte imprese di proseguire con lo svolgimento delle regolari attività perché isolate;

la situazione è ancor più critica nelle zone in cui il maltempo ha causato danni alla rete elettrica, come nel caso di diverse frazioni del comune di Amatrice (Rieti);

le risorse stanziate dalla legge n. 229 del 2016, recante "Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 17 ottobre 2016, n. 189, recante interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dal sisma del 24 agosto 2016", rappresentano senza dubbio una prima e concreta risposta all'emergenza;

ad avviso degli interroganti, e secondo quanto recentemente riportato da Confagricoltura, l'efficacia di tali interventi rischia di essere compromessa da lungaggini amministrative e burocratiche con gravi danni per animali, stalle e imprese;

le misure adottate per garantire la continuità produttiva delle attività zootecniche, che operano in aree che hanno subito danni in conseguenza degli eventi sismici, inoltre, non tengono conto degli ulteriori gravi danni causati dalle forti e persistenti nevicate degli ultimi giorni,

si chiede di sapere:

a che punto sia l'emanazione del previsto decreto ministeriale per la definizione dell'importo dell'aiuto unitario finalizzato ad assicurare la continuità produttiva delle attività zootecniche nelle zone colpite dal sisma;

quali ulteriori interventi il Governo intenda adottare per far fronte alla nuova emergenza causata dalle avverse condizioni climatiche;

se non ritenga opportuna, una volta effettuati il monitoraggio e la ricognizione dei danni per gli allevamenti derivanti dal maltempo, la possibile istituzione di un fondo ad hoc o di altre misure per risarcire gli allevatori, già duramente provati dagli eventi dello scorso anno.

(3-03419)