Caricamento in corso...
 
 
Versione ePub Versione PDF (746 KB)

Versione HTML base



Legislatura 17¬ - Aula - Resoconto stenografico della seduta n. 135 del 06/11/2013


BULGARELLI (M5S). Domando di parlare per dichiarazione di voto.

PRESIDENTE. Ne ha facoltà.

BULGARELLI (M5S). Signor Presidente, per quanto riguarda il bilancio interno del Senato per l'anno finanziario 2013 non posso che sottolineare l'ennesima frode in danno ai cittadini.

Parlo di frode perché l'avanzo di cassa del rendiconto 2012 non è stato iscritto nel fondo iniziale di cassa del bilancio di previsione 2013 così come prescritto dal Regolamento di amministrazione e contabilità. De facto con questo marchingegno contabile si impedisce anche la comparazione tra i vari bilanci succedutisi nel tempo, facendo venir meno quindi i principi di continuità e di compatibilità, fondamento sia della trasparenza che della possibilità di controllo da parte degli italiani.

Inoltre, ancora una volta, anche se ci sono stati alcuni sforzi, non si riesce a ridurre le spese come più volte annunciato, credo soprattutto per la forza di varie corporazioni interne ed esterne alla struttura del Senato che impediscono nei fatti di intervenire su veri sprechi e spese non più giustificati o giustificabili.

Di fronte però alla crisi del Paese (e ricordo che dal 2009 al 2012 le persone in povertà assoluta sono raddoppiate da 2.400.000 a 4.800.000) credo il Parlamento debba fare uno sforzo e un atto di coraggio per ridurre i costi della politica pur mantenendone la qualità, allineandosi economicamente agli standard europei. Non possiamo richiamare l'Europa sempre e solo quando si tratta di colpire le tasche dei cittadini e ignorarla quando si tratta di toccare le tasche dei pochi molto privilegiati.

Accogliamo però molto favorevolmente l'impegno preso oggi da parte dei Questori, rispetto a un'ulteriore razionalizzazione dei costi interni di gestione, ad adottare ogni provvedimento necessario al fine di consentire la presentazione di disegni di legge, emendamenti, atti di sindacato ispettivo e atti di indirizzo in formato esclusivamente elettronico e a rivedere le convenzioni con le compagnie aeree, e ringraziamo tutta l'Assemblea per l'approvazione del nostro ordine del giorno G4.

Nonostante questo, viste le notevoli criticità ancora presenti, il Movimento 5 Stelle si asterrà. (Applausi dal Gruppo M5S).