Caricamento in corso...
 
 
Versione ePub Versione PDF (746 KB)

Versione HTML base



Legislatura 17¬ - Aula - Resoconto stenografico della seduta n. 135 del 06/11/2013


Per una puntuale applicazione delle normative in materia di eliminazione delle barriere architettoniche
Per la risposta scritta ad un'interrogazione

*PAGLIARI (PD). Domando di parlare.

PRESIDENTE. Ne ha facoltà.

PAGLIARI (PD). Signor Presidente, ho chiesto di intervenire per dare voce in quest'Aula al signor Perrotta Nicola, persona afflitta da una gravissima disabilità per la quale è costretto a deambulare in carrozzella. Dando voce a lui, credo di dare voce anche a tante altre persone che possono essersi trovate in situazioni analoghe a quella nella quale egli è incappato.

Il signor Perrotta, quest'estate, in villeggiatura a Viserba di Rimini, ha prenotato presso un ristorante un pranzo con parenti ed amici, dopo aver prima più volte telefonato per manifestare la propria condizione e chiedere assicurazioni - puntualmente pronunciate - sulla accessibilità dei locali da parte di persona, che può muoversi esclusivamente con la carrozzella.

Quando il signor Perrotta è giunto al ristorante, lo ha trovato inaccessibile ed è stato, quindi, costretto a trovarne un altro. Egli ha fatto un esposto al Comune di Rimini; esposto esaminato dal Comando dei vigili di Rimini, che ha risposto che il ristorante in questione aveva avuto l'autorizzazione in tempi precedenti all'emanazione degli ultimi criteri programmatori approvati dal Comune, con la conseguenza che, pur se privo dell'accessibilità per i disabili, il locale stesso doveva essere ritenuto perfettamente in regola.

Credo che tutto questo cozzi non solo con il buon senso, ma anche con i principi del diritto e con le norme. Una volta, infatti, disposti i criteri che impongono nuove dotazioni, non è possibile in questi casi non pretendere l'ottemperanza da parte dei destinatari delle norme stesse.

Trasformerò questa mia comunicazione di fine seduta in una interrogazione. In ogni caso, oggi ho voluto testimoniare questo fatto in Aula perché ritengo davvero grave che possano ancora accadere situazioni di questo tipo, per di più nel contesto di un sistema turistico di altissimo livello, quale quello della riviera romagnola.

Ho finito questa comunicazione, signor Presidente, ma desidero aggiungere sola la richiesta al Ministero del lavoro di rispondere all'atto 4-00533, che è una interrogazione a risposta scritta che ho presentato il 10 luglio 2013 e che non ha ancora avuto risposta. (Applausi dal Gruppo PD).

PRESIDENTE. Sarà cura della Presidenza trasmettere il sollecito da lei fatto.