Comunicati

Omicidio Peppino Impastato: dichiarazione del Presidente Alberti Casellati

09 Maggio 2018

Il modo migliore per ricordare Peppino Impastato, il giovane giornalista barbaramente assassinato a Cinisi quaranta anni fa per la sua eroica, intelligente e ironica azione antimafia, è quello di costruire una rete di concreta solidarietà e una "scorta civile" che sostenga l'attività e il coraggio di quanti oggi sono impegnati quotidianamente nella lotta a Cosa Nostra. Impastato, che per tener vivo il suo ideale di legalità si oppose alle logiche criminali della sua famiglia di origine, rappresenta un simbolo e un esempio per quanti in territori difficili hanno bisogno di non cedere alla rassegnazione e di trovare la forza per vincere l'omertà che nasce dalla paura e ci rende schiavi. Non lasciarli soli, fargli sentire la vicinanza dello Stato e di quanti lo rappresentano, è un dovere al quale nessuno può sottrarsi. Nel nome di Peppino Impastato e di tutte le vittime della ferocia mafiosa.

Fine pagina

Vai a: