Discorsi

Assemblea annuale dell'Unione Nazionale Pro Loco d'Italia

L'intervento in videoconferenza del Presidente del Senato Elisabetta Casellati

07 Novembre 2020

Sono molto contenta di portare il mio saluto all'Unione Nazionale Pro Loco d'Italia che quest'anno ha scelto di svolgere a Padova, la mia città, la propria Assemblea annuale.
Saluto il Presidente Antonino La Spina e i delegati delle oltre 6.000 Pro Loco attive su tutto il territorio nazionale.

Penso che questa Assemblea assuma oggi una forte valenza simbolica.
L'intero comparto della cultura e del turismo è in forte crisi a causa delle restrizioni legate all'emergenza epidemiologica in atto. I territori in cui operate stanno attraversando un periodo di grave contrazione delle attività più vitali e strategiche.
Eppure, la consapevolezza delle difficoltà dell'oggi rende ancora più strategico il vostro ruolo.

Avete una lunga storia alle spalle, che racconta il senso della vostra missione. Una missione che unisce due grandi valori in uno spirito di autentica solidarietà.
L'appartenenza ad una comunità e ad un territorio e la volontà di impegnarsi a migliorare la terra in cui viviamo.
Sono valori che assumono un rilievo tanto più strategico per un Paese, come l'Italia, che trova nel turismo parte della propria identità genetica. Una vocazione all'accoglienza, alla condivisione e al gusto della bellezza, che sono le nostre migliori virtù.

E allora questa Assemblea deve essere l'occasione per riscoprire il senso profondo della missione di ciascuno di voi. Siete una parte insostituibile di quelle "Vie d'Italia" disegnate dall'ENIT all'inizio del XX secolo.
Perché è proprio nei momenti di prova che bisogna attingere a quella capacità di visione, a quell'originalità e a quel coraggio che hanno fatte grande la vostra storia, e insieme la storia della nostra amata Italia.

Fine pagina

Vai a: