«
»
Il Presidente: Discorsi

Concerto di Natale 2018

Il testo del discorso pronunciato in Aula dal Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati

16 Dicembre 2018

Signor Presidente della Repubblica, Eminenza Reverendissima Cardinale Pietro Parolin,
Autorità, signore e signori,

Il 2018 è stato un anno particolarmente importante per la storia del nostro Paese. Abbiamo ricordato e celebrato il 70esimo anniversario dall'entrata in vigore della Costituzione e i 100 anni dalla fine della Prima guerra mondiale. Ricorrenze importanti che hanno segnato nel profondo il cammino compiuto dai nostri nonni e dai nostri padri per affermare la libertà, la democrazia, la pace.
Tante sono state le iniziative messe in campo dalle Istituzioni per rinsaldare la memoria nazionale. Dalla Costituzione spiegata ai ragazzi, per far nascere in loro una prima consapevolezza sui diritti e sui doveri dei cittadini, alla traduzione della nostra Carta in diverse lingue, a conferma del carattere inclusivo della nostra storia repubblicana.
Questo concerto di Natale, il primo della XVIII legislatura, vuole quindi essere un omaggio al filo conduttore di questo straordinario percorso: l'italianità.
Un valore assoluto, declinato in maniera universale attraverso l'Opera, da sempre principale forma di espressione della lingua e della cultura italiana.

Promuovere l'italianità significa riconoscerne l'unicità, tramandarla e metterla a disposizione di tutti, a partire dalle nuove generazioni.
Italianità significa aprirsi al mondo, senza preclusioni, forti di una storia millenaria e di una tradizione che, grazie all'arte, si rinnova ogni giorno per inseguire le forme e le espressioni della bellezza, della gioia, della perfezione.
Oggi avremo il piacere di ascoltare l'Orchestra sinfonica nazionale della Rai, diretta da un maestro apprezzato in tutto il mondo, Fabio Luisi. Ad impreziosire il concerto Ekaterina Bakanova, soprano amata nei principali teatri nazionali e internazionali.

Ascolteremo le opere di Gioachino Rossini, di cui quest'anno ricorre il 150° anniversario della morte, dell'eroe risorgimentale e Senatore del Regno Giuseppe Verdi e del compositore della modernità Pietro Mascagni; e di Mozart, che compose "Exsultate, jubilate" a Milano, nel corso del suo terzo viaggio in Italia.
Il ricavato del concerto sarà devoluto in beneficienza.

Ringrazio il Presidente Foa e tutta la Rai che, anche attraverso la trasmissione in diretta del concerto - arricchita dalla partecipazione di Milly Carlucci - ha sposato e sostenuto questo evento nel migliore dei modi. Saluto con piacere le 2 Medaglie d'oro al valor militare e la rappresentanza di atleti medagliati del Coni, in larga parte donne.
Agli italiani l'augurio mio personale e del Senato della Repubblica di Buon Natale e di un sereno anno nuovo, con un pensiero commosso alla famiglia di Antonio Megalizzi.

Archivio dei discorsi

FINE PAGINA

vai a inizio pagina