«
»

Giovedì 18 Maggio 2017 - 826ª Seduta pubblica

(La seduta ha inizio alle ore 09:34)

L'Assemblea ha avviato l'esame del ddl n. 302, nel testo proposto dalla Commissione, recante "Riconoscimento della lingua italiana dei segni".

Il relatore, sen. Russo (PD), ha evidenziato che la legge cornice volta a garantire piena cittadinanza alle persone sorde è molto attesa e giunge all'approvazione con venti anni di ritardo. L'articolo 1 riconosce e garantisce i diritti delle persone sorde, con disabilità uditive e sordo cieche e promuove la rimozione delle barriere comunicative e la partecipazione alla vita collettiva. L'articolo 2 riconosce il diritto alla libera scelta in merito alle modalità di comunicazione e ai percorsi educativi. L'articolo 3 promuove l'uso di strumenti idonei a prevenire e identificare precocemente la sordità e la sordocecità. L'articolo 4 promuove l'accessibilità alle comunicazioni, all'informazione, agli spazi pubblici e privati, ai rapporti con la pubblica amministrazione attraverso la diffusione e l'uso della LIS, della LIS tattile e delle tecnologie per la sottotitolazione. L'articolo 5 riguarda l'inclusione scolastica, l'articolo 6 la formazione universitaria, l'articolo 7 l'inclusione lavorativa, l'articolo 8 la tutela della salute, l'articolo 9 l'accessibilità al patrimonio culturale, l'articolo 10 l'accesso ai trasporti, l'articolo 11 la partecipazione politica. L'articolo 15 istituisce un fondo con una dotazione di 50 milioni di euro per il 2017.

Alla discussione generale hanno preso parte i sen. Laura Puppato, Laura Fasiolo, Lepri (PD), Giovanardi, Liuzzi (GAL), Malan, Mario Mauro (FI-PdL), Consiglio (LN), Nerina Dirindin (Art.1-MDP), Panizza (Aut), De Poli (AP), Daniela Donno (M5S). Il seguito dell'esame è stato rinviato alla seduta di martedì 23 maggio.

(La seduta è terminata alle ore 11:54 )

FINE PAGINA

vai a inizio pagina