«
»
Archivio delle notizie

Decreto-legge detenzioni domiciliari e differimenti pena: prosegue esame e audizioni informali in 2a Commissione

22 Maggio 2020

In Commissione Giustizia, prosegue l'esame del disegno di legge n. 1799 di conversione del decreto-legge 10 maggio 2020, n. 29, in materia di detenzione domiciliare o differimento dell'esecuzione della pena, nonché in materia di sostituzione della custodia cautelare in carcere con la misura degli arresti domiciliari, per motivi connessi all'emergenza sanitaria da COVID-19, di persone detenute o internate per delitti di criminalità organizzata di tipo mafioso, terroristico e mafioso, o per delitti di associazione a delinquere legati al traffico di sostanze stupefacenti o per delitti commessi avvalendosi delle condizioni o al fine di agevolare l'associazione mafiosa, nonché di detenuti e internati sottoposti al regime previsto dall'articolo 41-bis della legge 26 luglio 1975, n. 354, nonché, infine, in materia di colloqui con i congiunti o con altre persone cui hanno diritto i condannati, gli internati e gli imputati, avviato, giovedì 14 maggio, con la relazione del senatore Mirabelli e della senatrice Piarulli.

La Commissione ha convenuto di proseguire unitariamente la discussione generale sui disegni di legge nn. 1786 e 1799 (decreto-legge n. 28/2020 - proroga intercettazioni e sospensioni processuali e decreto-legge n. 29/2020 - detenzione domiciliari e differimenti pena), come disposto anche per le audizioni informali, che si sono svolte, martedì 19 maggio (video1) (video2).

Dossier di documentazione »

FINE PAGINA

vai a inizio pagina