«
»

"Giorno della memoria" dedicato alle vittime del terrorismo

Cerimonia di celebrazione del "Giorno della Memoria", svoltasi in Aula, alla presenza del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano

Onorare e celebrare le vittime del terrorismo. Per non dimenticare. Questo il senso del 'Giorno della Memoria' che si è celebrato giovedì 9 maggio 2013, a 35 anni dal ritrovamento del corpo di Aldo Moro, assassinato dalle Brigate Rosse.

Palazzo Madama, per la prima volta, ha ospitato questo importante evento per la vita democratica del nostro Paese, alla presenza delle massime autorità istituzionali della Repubblica.

Una volta terminata la cerimonia commemorativa in via Caetani, il Capo dello Stato si è recato a Palazzo Madama dove, nella sala Pannini, alla presenza dei vertici istituzionali, ha consegnato 15 Onorificenze al Merito della Repubblica.

In seguito, nell'Aula Parlamentare, si è celebrato il 'Giorno della Memoria', alla presenza del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, del Presidente del Senato Pietro Grasso, del Presidente della Camera Laura Boldrini e del Presidente della Corte Costituzionale Franco Gallo.

Per il Governo erano presenti il Vice Presidente del Consiglio e Ministro dell'Interno Angelino Alfano, il Ministro Guardasigilli Anna Maria Cancellieri, il Ministro dell'Istruzione Maria Chiara Carrozza, il Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e Turismo Massimo Bray.

I lavori sono stati aperti dal coro del Liceo Isacco Newton di Roma che ha eseguito l'Inno nazionale.

Sono seguite le testimonianze dei parenti di vittime cadute per mano del terrorismo nei tragici eventi della strage di Via Fani, del rogo di Primavalle, dell'attentato di via dei Georgofili, in ideale rappresentanza di tutte le vittime della violenza stragista.

E' intervenuto, quindi, il Presidente del Senato, Pietro Grasso.

La cerimonia ha visto poi la premiazione dei progetti educativi che si sono aggiudicati il concorso nazionale "Le buone pratiche: storia e memorie a scuola. Lavorare in classe sui temi legati a terrorismi, criminalità organizzata, violenza politica", bandito dal Ministero dell'Istruzione e dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali.

Si sono aggiudicati il premio l'Istituto comprensivo di Rastignano ( Bologna), per la scuola primaria; la Scuola Media di Marzabotto (Bologna), per la scuola superiore di primo grado; la Scuola delle arti e della Formazione professionale Rodolfo Vantini e l'Istituto Comprensivo Giacomo Perlasca di Rezzato (Brescia), per la Scuola Superiore di secondo grado.

I premi sono stati consegnati dal Presidente della Repubblica. L'evento è stato trasmesso in diretta televisiva anche dalla Rai.

Video »

FINE PAGINA

vai a inizio pagina