«
»
Minerva Web
Bimestrale della Biblioteca 'Giovanni Spadolini'
A cura del Settore orientamento e informazioni bibliografiche
n. 53 (Nuova Serie), ottobre 2019

La Biblioteca del Parlamento finlandese

bibliofinlNel numero attuale la nostra rubrica porta all'attenzione dei lettori la Biblioteca del Parlamento finlandese. La scelta è dettata dalla volontà di alternare negli articoli l'illustrazione di piccole e grandi biblioteche parlamentari ed anche dalla particolare ribalta su cui tale Biblioteca è stata recentemente posta dall'aver ospitato l'edizione 2012 della conferenza mondiale dell'IFLA, di cui riferiamo in altro articolo. Last but not least, la Biblioteca si appresta a festeggiare il secolo di apertura al pubblico e quindi è largamente precorritrice del nostro Polo Bibliotecario Parlamentare. Ringraziamo la Dr.ssa Sari Pajula, Direttrice della Biblioteca stessa, per aver fornito il testo, tradotto a cura della redazione.

*************************

Apertura per la democrazia

La Biblioteca del Parlamento finlandese è la principale biblioteca finlandese di informazione parlamentare, giuridica e politica. É una biblioteca pubblica a servizio di chiunque necessiti di informazioni in tale campo di specializzazione. Le collezioni della biblioteca ammontano a oltre 500.000 volumi e più di 2.000 riviste e quotidiani elettronici.

La Biblioteca del Parlamento fu fondata nel 1872, quando il Granducato di Finlandia era ancora una parte dell'impero russo. La Camera di rappresentanza decise che si dovevano costituire una biblioteca ed un archivio, per gestire una piccola collezione di documenti parlamentari donati dal governo svedese. L'archivio e la sua originaria collezione documentaria sono ancora una parte importante della Biblioteca.

L'apertura al pubblico

Nel 1908 il deputato finlandese Oskari Helenius-Seppälä avanzò la proposta che la Biblioteca del Parlamento fosse un'istituzione aperta a tutti. Cinque anni dopo, nel 1913, la Parliament's Office Commission decise che la Biblioteca diventasse una biblioteca pubblica nel campo del diritto e delle scienze politiche. La decisione fu giustificata da un intento di ottimizzazione. Erano state acquistate opere letterarie di valore per la Biblioteca e fu considerato ragionevole consentire l'uso di tale materiale anche ad utenti esterni.

La Biblioteca del Parlamento ha subito una serie di modifiche dal 1913, ma l'apertura al pubblico ha costituito sempre il valore principale. Perciò la Biblioteca l'anno prossimo celebrerà con orgoglio il proprio centenario come biblioteca aperta al pubblico!

Il significato dell'apertura al pubblico per la Biblioteca del Parlamento al giorno d'oggi

L'apertura al pubblico è un valore centrale per la Biblioteca del Parlamento da quasi un secolo. Il 9 marzo 2011 la Biblioteca ha adottato una strategia per i servizi dedicati agli utenti esterni. Nella strategia la visione della Biblioteca è definita nel modo seguente:

"La visione della Biblioteca del Parlamento è di sostenere la democrazia, realizzare il diritto alla pubblica informazione garantito dalla Costituzione, favorire l'accesso all'informazione in materia giuridica, parlamentare e politica e promuovere per i suoi utenti la possibilità di agire come cittadini attivi nella società".

Il prestito

La biblioteca dà in prestito quasi tutte le sue collezioni anche agli utenti esterni. Ogni adulto può ottenere una tessera della biblioteca che gli permette di prendere ogni testo in prestito gratuitamente. Gli utenti devono pagare soltanto le fotocopie e le stampe.

Sale di lettura

Anche i passanti possono accedere in Biblioteca senza alcuna carta d'identità o tessera della biblioteca e leggere giornali, riviste e libri. La Biblioteca ha una sala di lettura di ottanta posti ed anche una sala separata per i ricercatori, dove possono prender posto gli studiosi nei campi di specializzazione della biblioteca.

Servizi di informazione di alta qualità per tutti gli utenti

Chiunque può contattare il servizio di informazioni della biblioteca recandosi personalmente in biblioteca, telefonando o mandando una lettera o una e-mail. Gli esperti del servizio di informazioni della biblioteca fanno del loro meglio per rispondere in tre giorni. La maggior parte delle richieste riguarda l'informazione giuridica e parlamentare, ma i cittadini possono avanzare ogni tipo di domande che concernono tutti gli ambiti della società e della democrazia. Gli utenti principali sono, ovviamente, i membri del parlamento ed i loro collaboratori e lo staff del parlamento. In aggiunta, anche cittadini, studenti, ricercatori, giornalisti, ministri, funzionari pubblici, tribunali e aziende ricorrono ai servizi della biblioteca. La biblioteca riceve anche una quantità di richieste dall'estero.

Corsi di guida alla ricerca

La Biblioteca offre al pubblico corsi gratuiti di guida alla ricerca.I corsi coprono argomenti quali le fonti di informazione parlamentare e giuridica e le fonti di informazione e le basi di dati relative all'Unione Europea e alle organizzazioni internazionali. Lo scopo dei corsi è di avvicinare gli utenti all'informazione di cui necessitano ed aggiungere conoscenze circa le fonti di informazione. Nella strategia della Biblioteca redatta nel 2011 è stato proposto come futuro progetto di sviluppo l'avanzamento dell'addestramento attraverso il web.

Il fornire sessioni di addestramento sul web potrebbe allargare l'accesso geograficamente e a nuovi gruppi di utenti. La Biblioteca si occupa anche della formazione del personale del parlamento che opera in vari settori di informazione.

Pacchetti informativi sui progetti di legge

Nel novembre 2011 la Biblioteca del Parlamento ha lanciato un nuovo servizio sul web, contenente pacchetti informativi sui progetti di legge pendenti. I progetti scelti sono di particolare interesse per i gruppi di utenti della Biblioteca, come la riforma della legislazione comunale, la riforma della legge sulle adozioni o la legge sulla Banca biologica. I pacchetti informativi comprendono i lavori preparatori, i documenti parlamentari, notizie, letteratura specializzata. Attualmente l'informazione relativa a progetti di legge è del tutto accessibile sul web, ma è dispersa in fonti diverse. L'idea dei pacchetti informativi è di facilitare l'accesso ai materiali che sono a monte dei progetti di legge.

Servizi su Internet

La Biblioteca ha alcuni servizi elettronici. Gli utenti possono consultare il catalogo on line, rinnovare prestiti, avanzare richieste, richiedere prestiti interbibliotecari. Possono anche attivare i feed RSS, per esempio in relazione alle nuove accessioni della Biblioteca.

Dati chiave sulla Biblioteca del Parlamento finlandese

Apertura: circa 57 ore alla settimana

Posseduto: circa 526.000 pubblicazioni

Prestiti: circa 100.000 all'anno

Visitatori: circa 120.000 all'anno

Accessi al sito web: circa 126.000 all'anno

Staff: 40 persone

Ulteriori informazioni sulla Biblioteca nella presentazione di Erica Bergström, svolta all' IFLA Pre Conference of Library and Research Services (8-10 agosto 2012).

*********************

Indirizzi e recapiti della Biblioteca del Parlamento finlandese:

Library of Parliament

Main Post Office Building, Asema-aukio 5 H, 4th floor

Helsinki (indirizzo temporaneo)

Tel: Reference and Archival Services Desk +358 (0)9 432 3423; Information Service +358 (0)9 432 3432

E-mail: library@parliament.fi

Sito Internet: http://lib.eduskunta.fi/Resource.phx/library/index.htx

Archivio Newsletter

FINE PAGINA

vai a inizio pagina