«
»
Minerva Web
Bimestrale della Biblioteca 'Giovanni Spadolini'
A cura del Settore orientamento e informazioni bibliografiche
n. 17 - giugno 2008

21st Century Information Professionals, Roma, 11 aprile 2008

ugL'11 aprile 2008 si è svolto, presso l'Auriana Auditorium della American University of Rome, il 21st Century Information Professionals Spring Event: una densa giornata di condivisione di esperienze e progetti nel mondo dei professionisti dell'informazione.

Il tema cardine è stato l'Information Literacy, ovvero quel complesso di competenze informative necessarie per partecipare attivamente e con cognizione di causa all'Information Society. Bibliotecari e documentalisti, ma anche docenti e pubblici funzionari, sono chiamati a insegnare ai cittadini come individuare i loro stessi reali bisogni informativi, prima ancora di indirizzarli alle risorse con cui colmarli.

La questione è di grande attualità e gli interventi alla giornata di studio sono stati ben bilanciati tra gli aspetti teorici e un solido pragmatismo, tra le proposte di metodo e la segnalazione degli strumenti adeguati a realizzarle; i vari approcci hanno costituito un momento d'incontro e di scambio tra il mondo anglosassone, l'Italia e l'Europa.

Tra i relatori, infatti, Anna Amendolagine ha presentato Il Committee For Support Of Libraries: un modello di rete bibliotecaria in Grecia; Claudio La Ferla (Information and Research Executive, Government of Malta), con From 'one' to 'many': Information Literacy is key with a SOA concept,ha illustrato un programma di Information Literacy basato sulla Service Oriented Architecture (SOA); ben rappresentata l'Ambasciata statunitense a Roma, che dopo i saluti di rito ha proposto la relazione di Myra Brown (insieme a Molly Bianchini e Marta Rahm dell'American Overseas School) Cornerstone of Information Literacy and Research Skills: the High School Library. Challenges and Responsibilities e quella di Fabio Iacoella, dell'Information Resource Center (ex Biblioteca dell'U.S.I.S.),Web 2.0 at your library: an interactive workshop. Le slides di quest'ultimo intervento sono disponibili sul sito dello Spring Event, per la visualizzazione o il download. Il programma vedeva anche la partecipazione di James Weinheimer, dell'American University of Rome, con una presentazione su Open Source Applications and Other Software Developments at AUR.

Gli altri interventi hanno messo in luce esperienze italiane di Information Literacy ed editoria digitale (Rossella Basso e Giacomo Crespi, Information Literacy @your library: come la Biblioteca Bocconi contribuisce alla formazione degli studenti; Rossella Proscia, Marketing Director, Novità editoriali dalla Cengage Learning: Testi, Archivi Digitali e altri materiali per le Biblioteche italiane, con particolare riferimento agli archivi digitali di "Times" e "The Economist"); ha concluso i lavori una stimolante Overview di Luisa Marquardt dell'Università di Roma Tre su Infocompetenza e biblioteche: una panoramica su standard, modelli ed esperienze.

Archivio Newsletter

FINE PAGINA

vai a inizio pagina