«
»
Archivio storico - Attività editoriale

CARLO LEVI, Discorsi parlamentari

Discorsi parlamentari

Con un saggio di Mario Isnenghi.Il Mulino 2003

CARLO LEVI, Discorsi parlamentari

Il volume raccoglie i discorsi pronunciati in Senato da Carlo Levi tra il 1963 ed il 1970, introdotti da un saggio di Mario Isnenghi ed arricchiti da un ampio corredo di note.
Senatore della Sinistra Indipendente, Levi intervenne su tutte le più importanti questioni politiche dell'epoca: il varo dei primi governi di centro-sinistra, i problemi dell'emigrazione e della programmazione economica, la "primavera di Praga", i rapporti con la Cina, la contestazione studentesca. Di particolare rilievo sono i discorsi relativo al patrimonio culturale italiano, un tema al quale Levi si interessò costantemente, e quelli relativi alle condizioni della Sicilia, che testimoniano della vicinanza intellettuale e dell'amicizia di Levi con Danilo Dolci.
Testimonianza di un'intelligenza vivace e poliedrica, i discorsi parlamentari di Carlo Levi si caratterizzano anche per i loro pregi letterari, che li rendono un esempio particolarmente elevato di oratoria parlamentare.

Carlo Levi nacque il 29 novembre 1902. Si dedicò precocemente alla pittura ed alla letteratura. Amico di Gobetti e di Nello Rosselli e militante di "Giustizia e Libertà" subì varie persecuzioni, finchè, nel 1936, espatriò a Parigi. Tornato in Italia nel 1943, prese parte alla guerra di liberazione. Fu senatore nella IV e V legislatura. Morì a Roma il 4 gennaio 1975. E' autore di numerose opere, tra cui il celeberrimo "Cristo si è fermato a Eboli".

FINE PAGINA

vai a inizio pagina