«
»
I Palazzi - Palazzo Giustiniani

Cortile

Nel cortile di Palazzo Giustiniani sono collocati alcuni marmi antichi, provenienti in gran parte da villa Giustiniani, fuori Porta del Popolo. La sistemazione di questi rilievi, che avvenne poco prima del 1680 nell'ambito di una ristrutturazione del Palazzo, fu voluta da Carlo Benedetto Giustiniani. Nel cortile si possono ammirare nove rilievi di soggetto mitologico o decorativo-simbolico. A partire da sinistra, in senso orario, si trovano una raffigurazione delle imprese di Eracle, un fronte di sarcofago con Muse, un altro fronte di sarcofago con thiasos marino, un frammento di sarcofago con Geni stagionali che recano un medaglione con i ritratti dei defunti, un sarcofago con il trionfo di Dioniso, un frammento con thiasos marino, un sarcofago con il mito di Penteo, un sarcofago con il ratto di Persefone e infine un sarcofago con il mito di Oreste. Completa la decorazione del cortile una pregevole fontana in marmo sormontata dallo stemma di Papa Pio IX.
Nell'ingresso a destra si trova il rilievo con coppia di defunti, raffigurati durante un banchetto allietato da musica e da giochi di bambini, mentre a sinistra vi è rappresentato un giovane defunto a simposio, cui rende omaggio un gruppo di parenti. Nel vestibolo sono collocati i sarcofagi raffiguranti, rispettivamente, il rapimento di Persefone e la lotta tra greci ed amazzoni e quello con il tema della caccia al leone, metafora della lotta che il defunto, rappresentato nelle vesti del cacciatore, intraprende contro la morte raffigurata dal leone.

FINE PAGINA

vai a inizio pagina