«
»
1ª Commissione permanente (Affari Costituzionali)

Competenze


La 1ª Commissione ha competenza per i progetti di legge di revisione della Costituzione e per le altre leggi costituzionali e, quanto alla legislazione ordinaria, per l'ordinamento generale della pubblica amministrazione e la disciplina generale del pubblico impiego. Su materie specifiche, la sua attività si riferisce ai settori normativi e di azione dell'amministrazione dell'interno (sicurezza pubblica, enti locali, immigrazione, affari di culto, servizi elettorali), mentre ha una competenza generale sulle regole dell'agire politico (leggi elettorali, statuto e finanziamento dei partiti, forme della comunicazione politica). Nella cospicua attività consultiva pronuncia il suo parere, per lo più nella sede ristretta di un'apposita sottocommissione, su quasi tutti i disegni di legge e gli emendamenti all'esame delle altre Commissioni, valutandone la compatibilità a diversi parametri: precetti costituzionali, organizzazione della pubblica amministrazione, princìpi generali dell'ordinamento, qualità legislativa e corretta collocazione delle nuove norme nel sistema delle fonti del diritto. Una peculiare funzione consultiva riguarda i presupposti costituzionali dei decreti-legge. Infine, rende pareri sia alle altre Commissioni sia all'Assemblea del Senato al fine di valutare la conformità dei disegni di legge e degli emendamenti all'assetto costituzionale del riparto delle competenze normative tra lo Stato e le Regioni.

FINE PAGINA

vai a inizio pagina