«
»

Il Regolamento del Senato

Capo VI

Delle Commissioni permanenti, della Giunta per gli affari delle Comunità europee e delle Commissioni speciali e bicamerali

Articolo 37 (1) (2)

1. Salve le eccezioni previste dal primo comma dell'articolo 35, il Presidente del Senato, quando ne faccia richiesta la Commissione unanime e il Governo dia il proprio assenso, ha facoltà di trasferire in sede deliberante o redigente un disegno di legge precedentemente deferito alla Commissione in sede referente.

2. Il trasferimento non può essere disposto quando sia stato espresso, nell'ipotesi prevista dai commi 5 e 6 dell'articolo 40, parere contrario al provvedimento.

(1) Coordinato con le modificazioni all'articolo 40 approvate dal Senato il 22 e il 30 novembre 1988.

(2) «In merito alla procedura di nuova assegnazione alla sede deliberante o redigente dei disegni di legge già deferiti ed esaminati in sede referente, la Giunta conferma la legittimità della prassi con la quale la Presidenza si riappropria del potere generale di assegnazione previsto dall'articolo 34 del Regolamento con il conforto dell'avviso della Conferenza dei Presidenti dei Gruppi parlamentari, espresso all'unanimità o con una maggioranza tale da riscontrare la sola opposizione di Presidenti di Gruppo la cui complessiva consistenza non consenta di attivare la rimessione del provvedimento all'esame dell'Assemblea. Nel constatare il carattere risalente della prassi, la Giunta ritiene che questa si fondi su imprescindibili ragioni di funzionalità delle procedure e, sul piano formale, appaia assolutamente coerente con il disposto dell'articolo 72, terzo comma, della Costituzione, il quale esclude che esigue minoranze possano detenere un potere di libero veto sulla scelta della sede d'esame dei disegni di legge». (Parere della Giunta per il Regolamento del 15 febbraio 2000).

Indice

FINE PAGINA

vai a inizio pagina